26 giugno 2006

Italia-Australia 1-0


Pinturocchio: 5

Decisamente in ombra. E non è una metafora: gioca quasi tutto il tempo nella zona di campo in cui non batte il sole. Che va anche bene nel primo tempo: la zona più fresca è la metà campo in cui l’Italia attacca. Purtroppo nel secondo tempo, pur di non scottarsi, gioca da difensore aggiunto. Passano i minuti e la zona d’ombra si restringe, così la Fata Marcellina – che non ha bisogno di due portieri – lo richiama in panchina. E lì, sotto la tettoia, Pinturocchio si tranquillizza. Però alla prossima partita si rendono necessari cappellino con visiera e crema protettiva.

2 commenti:

Eugenio ha detto...

Che imbarazzo di partita.
Che imbarazzo di nazionale.
Che imbarazzo.

Jordi Cruyff ha detto...

Secondo me i giornali domani scriveranno cronache entusiaste delle gesta dei nostri eroi. D'altra parte, è da giovedì che dicono che praticamente l'Italia è già in semifinale. Peccato che ai giocatori non avessero detto che gli ottavi e i quarti li devono giocare lo stesso...